Ho deciso di provare Vinted, il noto e-commerce per chi vuole vendere e acquistare abbigliamento usato. Non sempre riesco a dare una seconda vita a vestiti, scarpe o accessori. Faccio il possibile per tramandarli, donarli, modificarli, ma alla fine nell’armadio qualcosa rimane.

Piattaforme di acquisto e vendita tra privati di abbigliamento usato, come Vinted, possono essere una soluzione per prolungare l’utilizzo di capi in buono stato, o addirittura nuovi.

Intendiamoci, non sono la soluzione per “svuotare l’armadio” in un colpo solo di capi che non indossi più, ma per rimettere in circolazione qualcosa sì. Infatti, può capitare, come nel mio caso, di attendere mesi prima di vendere qualcosa. Poi, a un certo punto, le vendite sono iniziate, anche con una certa frequenza.

Come nasce Vinted e chi c’è dietro?

Prima di raccontarti com’è andata la mia esperienza con Vinted, ti do alcune informazioni su questa piattaforma di abbigliamento, scarpe e accessori di seconda mano.

Vinted è stata fondata in Lituania nel 2008 da Milda Mitkute e Justas Janauskas. L’idea è nata da un trasloco. Milda non poteva portare con sé tutti i suoi vestiti. Così Justas le crea un sito web per mettere in vetrina il suo guardaroba. L’iniziativa suscita un certo interesse mediatico e diventa molto popolare. A quel punto, perché non trasformarla in un business? Da qui nasce Vinted, una soluzione a un problema.

Nel corso degli anni questo e-commerce di abbigliamento usato si è esteso in vari paesi europei. Nel 2018 era disponibile in 12 paesi, aveva 25 milioni di utenti e 180 milioni di prodotti in vendita.

Nel 2019 ha ricevuto circa 128 milioni di euro di investimenti, consentendo una ulteriore espansione. In Italia è arrivata a cavallo tra il 2020 e il 2021 assieme al tormentone pubblicitario: “Non lo metti? Mettilo in vendita!”.

HOME PAGE VINTED

Oggi Vinted conta 50 milioni di utenti in 15 Paesi, impiega 1000 persone (nel 2018 erano 300) e ha sedi a Vilnius, Berlino, Praga, Amsterdam e Utrecht. Stando a quanto dichiara l’azienda, Vinted è la più grande piattaforma di e-commerce di abbigliamento usato d’Europa per uomo, donna e bambino. All’abbigliamento, scarpe e accessori, si aggiungono articoli usati per la casa, l’intrattenimento e anche per gli animali.

Come fare per utilizzare Vinted

Utilizzare Vinted è semplice. La piattaforma è molto intuitiva e ogni passaggio è guidato.

Per vendere o acquistare è necessario creare un account sia dal sito web oppure scaricando l’app gratuita per Android e iOS.

Una volta che hai creato il tuo profilo, sei ufficialmente nella community. Vinted sarà il tuo intermediario per i tuoi acquisti e le tue vendite. Potrai comunicare con gli altri utenti tramite il sistema di messaggistica di Vinted. E potrai utilizzare il forum a supporto.

Come acquistare su Vinted

La scelta è davvero molto ampia anche per ogni singolo brand. Predominano i marchi del fast fashion (un motivo in più per evitare che vestiti di questa fascia vadano a finire in discarica), ma puoi trovare anche vintage e capi firmati.

Ci sono articoli nuovi con cartellino, mai indossati, usati in buone o discrete condizioni. Per cercare quello che ti serve (una volta selezionata la categoria) hai diversi filtri a disposizione: brand, stile, taglia, colore, condizioni, prezzo. Utilizzali, in modo da affinare il più possibile la ricerca.

screenshot dal sito: esempi di articoli in vendita

Prima di acquistare leggi bene la descrizione. Chiedi le misure in centimetri se hai dubbi sulla taglia. Hai la chat a disposizione per fare tutte le domande che ritieni. Se il venditore parla un’altra lingua, puoi avvalerti dell’opzione “Traduci questa conversazione” .

Se un capo ti piace, ma vuoi pensarci un po’ prima di comprarlo, può metterlo tra i preferiti. In questo caso Vinted ti informerà su qualsiasi variazione, come ad esempio il prezzo che, nel frattempo, il venditore può decidere di abbassare. Sotto un esempio.

Dal mio account: vINTED MI COMUNICA LA VARIAZIONE DI PREZZO SU UN ARTICOLO TRA I MIEI “Preferiti”

Se l’intenzione è quella di acquistare, ma vuoi contrattare sul prezzo, puoi fare un’offerta. Se il venditore accetta, allora puoi passare all’acquisto.

Puoi pagare in vari modi: carta di credito/debito, carte prepagate, carte elettroniche, Apple Pay o Saldo Vinted (se hai già un piccolo gruzzolo dovuto alle vendite fatte).

Il pagamento è gestito da Vinted che trasferirà il denaro al venditore una volta che hai ricevuto l’articolo e confermato che è “Tutto a posto” entro due giorni. Se non lo fai, la vendita è considerata in automatico andata a buon fine.

Chi paga la spedizione su Vinted?

Il costo della spedizione è sempre a carico di chi acquista, anche in caso di reso. Inoltre, è da aggiungere la Protezione acquisti di 0,70 euro più il 5% sul prezzo dell’articolo. Questa commissione serve a ricevere un rimborso se l’ordine non arriva, viene danneggiato durante il trasporto, oppure l’articolo è molto diverso rispetto a quello descritto. 

Ad ogni modo, prima di concludere l’acquisto, avrai il totale completo di quello che andrai a pagare, così puoi decidere se procedere oppure no.

Quando acquisti, il venditore ha 5 giorni di tempo (esclusi i festivi) per la spedizione. Vinted ti comunicherà l’invio del pacco, potrai seguire lo stato dell’ordine, e ti avviserà dell’arrivo. A quel punto non dovrai fare altro che ritirarlo nel punto di ritiro del corriere scelto in fase di acquisto.

Come vendere su Vinted

Per vendere su Vinted, innanzitutto, individua bene di cosa vuoi liberarti in modo da non pentirtene in caso di vendita.

Per inserire gli articoli che vuoi vendere è molto semplice. Vinted ti fornisce tutte le informazioni necessarie. Per iniziare ad avere le prime visualizzazioni, carica almeno tre articoli e fai più foto per ognuno, mettendo in evidenza l’articolo. Se ci sono difetti descrivili e documentali.

Fotografa l’etichetta, così da documentare brand, taglia e composizione. Segui le istruzioni del caso. Stessa cosa per quanto riguarda le dimensioni del pacco da indicare in fase di caricamento del tuo articolo.

Dopodiché, se qualcuno metterà i tuoi articoli tra i preferiti, Vinted ti inviterà a stabilire un primo contatto. Come nell’esempio sotto.

Nella “chiacchierata”, puoi dare ulteriori informazioni sul prodotto e fornire altri dettagli. Insomma, dimostrare la tua disponibilità.

Oppure, puoi semplicemente attendere che qualcuno acquisti o faccia un’offerta.

Cosa possono chiederti i tuoi potenziali acquirenti prima di passare all’acquisto? Ulteriori foto, le misure in centimetri, la vestibilità. Ma più dettagli inserisci nella descrizione, meno dovrai rispondere a eventuali richieste.

Ti arriveranno delle contro-offerte sul prezzo che puoi accettare oppure no. Quasi mai riuscirai a vendere al prezzo che hai stabilito inizialmente. Capita anche che, una volta accetta l’offerta, l’acquirente non compri. A me è successo. Certo è antipatico, ma pazienza.

Come stabilire il prezzo di vendita?

Quando carichi un articolo, Vinted ti fornisce alcune indicazioni sul prezzo da applicare, in genere è al di sotto delle tue aspettative. Puoi anche scegliere l’opzione “Voglio scambiarlo” con altri utenti che hanno messo questa possibilità sui loro articoli.

Ad ogni modo, ecco la tabella che fornisce Vinted sull’impostazione del prezzo.

TABELLA VINTED PER IMPOSTARE IL PREZZO DI VENDITA

Fai anche un giro sull’applicazione per vedere il prezzo dell’articolo simile al tuo.

Infine, tieni presente che chi acquista paga anche il costo di spedizione e la commissione sulla Protezione acquisti.

Per riuscire a vendere, proponi più corrieri di spedizione, sempre che siano anche comodi per te. Vinted si appoggia a 4 servizi di spedizioneUPSPoste ItalianeInPost e BRT.

Per chi vende non ci sono costi ma...
 
Da mettere in conto:
1) il costo per stampare l’etichetta (se non possiedi una stampante);
2) il costo del carburante per consegnare il pacco al punto di spedizione (se non è vicino casa);
3) il costo per l’imballaggio (se non possiedi già del materiale adeguato che puoi riciclare);
4) il tempo da dedicare alle foto e al caricamento; 
5) il tempo per preparare l'articolo (deve essere pulito) e l'impacchettamento.

Per la spedizione hai 5 giorni di tempo dall’ordine, esclusi i festivi. Ad acquisto concluso, Vinted ti invierà una etichetta prepagata da stampare e attaccare sul pacco con tutte le istruzioni necessarie.

A quel punto non dovrai fare altro che spedire. Ti ricordo che non devi sostenere alcuna spesa, l’etichetta è già stata pagata dall’acquirente. Sotto la ricevuta di una mia spedizione con Poste Italiane.

Non dimenticare di attivare il Saldo Vinted. Qui riceverai i proventi delle tue vendite. L’accredito avviene entro due giorni dalla consegna dell’ordine.

Potrai utilizzare il Saldo per fare acquisti sull’app o sul sito del marketplace oppure puoi trasferirlo sul tuo conto corrente.

Se vuoi vendere più velocemente puoi promuovere i tuoi capi. Vinted offre due servizi a pagamento: il boost su un articolo o la funzione di Armadio in evidenza (personalmente non li ho mai utilizzati, tranne un boost ricevuto in omaggio). Puoi anche usare il forum per proporre i tuoi articoli.

In alternativa, puoi proporre degli sconti su un set di articoli.  

Aspetti positivi

  1. Prima o poi riesci a rimettere in circolazione alcuni capi e guadagnarci qualcosina.
  2. Buone occasioni di acquisto, in particolare abbigliamento sportivo e outdoor. Ampia scelta per chi ha figli piccoli.
  3. La piattaforma è molto semplice da utilizzare. L’app è comoda e ben fatta.
  4. La possibilità di pagare gli acquisti con il Saldo Vinted.

Aspetti negativi

  1. Il servizio di assistenza è solo telematico. Non esiste un numero verde né una chat per assistenza in tempo reale.
  2. Non è possibile impostare la distanza per cercare di fare acquisti entro un determinato raggio, così da ridurre l’impatto ambientale sul trasporto.

La mia esperienza con Vinted

Premetto che non amo acquistare online (preferisco il contatto diretto sia con chi vende sia con il prodotto che acquisto).

Senza contare che in famiglia acquistiamo lo stretto necessario anche se usato.

Inoltre, prima di questa esperienza con Vinted, non avevo mai venduto nulla.

Ad ogni modo, la prova, almeno per ora, è stata positiva.

Ho comprato solo in un paio di occasioni, una maglietta Puma e Adidas a 5 e 7 euro per mia figlia. Sono arrivate in perfetto stato, pulite e profumate di bucato.

Riguardo alle vendite, quella che mi ha dato maggiore soddisfazione è stata un paio di scarpini da calcetto Nike (venduti a 9 euro), usati pochissimo, che erano in cantina da qualche anno. Ora qualcuno li sta utilizzando. E, per me, questa è la cosa più importante.

In pratica, con Vinted puoi rimettere in circolazione capi che non usi più, mettendo in conto che dovrai tenerteli fino a quando non li venderai. Se, invece, hai necessità di fare spazio nell’armadio, in tempi brevi, una soluzione può essere Greenchic.

Per concludere, se vuoi acquistare abbigliamento usato con Vinted hai ampie possibilità di scelta. Più difficile è vendere in tempi brevi, almeno secondo la mia esperienza d’uso.

Foto di Ylanite Koppens da Pexels

10 Shares:
Leggi anche