Sono arrivati i saldi. E’ il caso di approfittarne? Sì, se devi acquistare qualcosa di cui hai davvero bisogno. Attenzione, però, agli sconti esagerati, sono allettanti ed è facile farsi prendere la mano. Il 60-70% è eccessivo, non credi? Il che fa sorgere qualche dubbio. Si tratta davvero di articoli di fine stagione o fondi di magazzino? In quest’ultimo caso meglio metterli in super saldo piuttosto che mandarli al macero, ma l’importante è saperlo!

Ad ogni modo, secondo le ultime indagini, questi saldi saranno all’insegna del meno è meglio. Più che sulla quantità, la propensione degli italiani è quella di puntare sulla qualità. Scegliere prodotti capaci di durare nel tempo e senza sprechi. Questo è un ottimo segnale contro l’iperconsumo e la sovrapproduzione.

A questo punto ecco 10 consigli su come puoi orientarti per risparmiare davvero e comprare quello che ti serve. In pratica, evitare di entrare in un negozio con l’idea di comprare un determinato articolo e uscirne con altri di cui non hai bisogno e indosserai poco o affatto.

Fai un “check up” del tuo armadio

Prima di andare per negozi oppure acquistare on line, controlla bene cosa c’è nel tuo armadio. In questo modo puoi evitare di comprare qualcosa che possiedi già oppure è molto simile. Ti consiglio di provare a fare anche nuovi abbinamenti. Puoi scoprire nuove combinazioni, quella giacca va benissimo su quel pantalone. Non ci avevi mai pensato, vero?

Recupera o reinventa quello che già possiedi

Cerca di prolungare la vita il più possibile di quello che già possiedi. Fai piccole modifiche : accorcia, stringi, allarga o quello che serve. Chiedi aiuto ad una sarta se necessario. Hai mai sentito parlare del “re-love”? Significa ripensare ad alcuni dei capi del tuo guardaroba ridandogli nuova vita.

A volte con poco puoi recuperare tanto e risparmiare davvero. Come sistemare un bottone penzolante o sostituire una cerniera.

Risparmia con il vintage e second-hand 

I saldi sono l’occasione per risparmiare, pagando meno un determinato prodotto. Prima, però, di comprare qualcosa di nuovo, ricorda che puoi comprare a prezzi super-convenienti, e tutto l’anno, moda second-hand e vintage. In particolare, il vintage ti dà la possibilità di vestire con pezzi unici e di maggiore qualità rispetto a quello che si produce oggi, specie nel fast fashion.

Punta sulla qualità

Se il vintage o il second-hand non sono ancora nelle tue corde (eppure il risparmio dell’usato è enorme), allora ricorda di puntare sulla qualità. I saldi dovrebbero servire a questo, poter comprare finalmente un capo di valore capace di durare nel tempo, non certo all’abbuffata di acquisti di capi usa e getta.

Privilegia il Made in Italy

Dove acquistare? Hai un negozio, una boutique di fiducia? Allora è semplice, acquista da loro. Fatti consigliare e fai tutte le domande su quello che vorresti comprare: tessuto, provenienza, chi lo ha cucito.

Prediligi i piccoli negozi, i prodotti artigianali e il Made in Italy. Insomma, compra locale per dare anche una mano ai piccoli commercianti e artigiani che devono vedersela con i colossi del fast fashion.

Scegli brand di moda responsabile

Quali brand scegliere? Quelli che producono in Italia. E’ vero, Made in Italy non sempre significa che tutto viene prodotto in Italia, ma almeno una parte sì. Per maggiore sicurezza c’è sempre la certificazione 100% Made in Italy. In generale, scegli quei marchi che hanno una condotta responsabile verso le persone e l’ambiente.

Informati sul marchio prima di comprare

Compreresti un prodotto di un marchio che sfrutta la manodopera o che non è impegnato a ridurre l’impatto ambientale delle sue produzioni? Prima di acquistare informati sulla sua condotta. Come produce e dove produce.

Qual è il livello di sostenibilità sociale e ambientale? Vai sul sito ufficiale oppure utilizza l’app Good On You per avere informazioni immediate. Privilegia quei marchi più responsabili dal punto di vista ambientale e sociale o che perlomeno stanno dimostrando un certo impegno.

Fai attenzione alle taglie se acquisti online

E se acquisti online? In questo caso un’accortezza in più: prima di cliccare su “acquista” assicurati sul prodotto. E’ quello che hai scelto? La taglia, il colore? Scegli di acquistare su siti che offrono le taglie espresse anche in centimetri, per aver maggior sicurezza che sia della tua misura. Anche se il reso è gratuito, mandare avanti e indietro un capo di abbigliamento è controproducente: inquinamento emissioni serra e consumo di carburante.

Privilegia i tessuti naturali

Scegli fibre naturali. E approfitta dei saldi per comprare prodotti fatti con tessuti provenienti da agricoltura biologica e certificata. Evita tessuti sintetici (eccetto per quegli indumenti che non richiedono lavaggi frequenti) o con alte percentuali di fibre sintetiche miscelate con altre fibre (il riciclo è ancora problematico).

Fai durare quello che hai comprato

Infine, abbi cura di quello che hai comprato. Basterebbe leggere le etichette con le indicazioni per la corretta manutenzione del capo. Insomma, prenditi cura di quello che indossi, un abito, un paio di scarpe o quello che sia. Durerà di più e ti accompagnerà per anni.

Foto di Tim Douglas da Pexels

10 Shares:
Leggi anche
Leggi tutto

Cos’è la Fashion Revolution Week e come partecipare

La Fashion Revolution Week è in pieno svolgimento. Tante opportunità per partecipare dalle campagne social agli eventi in diverse città: Napoli, Roma, Firenze, Faenza, Genova, Conversano, Bergamo e infine Milano con FashRev Lab a maggio.