Hai fatto il cambio di stagione e hai alcuni capi che al 100% pensi di non indossare più. Sono ancora in ottime condizioni e, così, vorresti rimetterli in circolazione. Insomma, dare loro una seconda opportunità. In cambio, però, vorresti sostituirli con una camicia, un maglione, una giacca. Insomma, con quello che ti serve. Come puoi fare?

Ormai ci sono tante piattaforme di abbigliamento second-hand dove puoi vendere e acquistare. Non vuoi però pensare a nulla, scattare foto di quello che vendi, metterle on line, trattare sul prezzo, e spedire casomai riuscirai a vendere.

C’è un altro modo? Sì c’è e l’ho provato. Si chiama greenchic (ex armadioverde) un marketplace di abbigliamento usato o, per dirla con un termine più romantico, pre-loved  (capi pre-amati, con una loro storia), per donna, uomo e bambino.

Cos’è e come nasce greenchic

La start up milanese nasce nel 2015 con il nome armadioverde dall’idea di Eleonora Dellera e David Erba. Come spiegano i due fondatori, tutto è iniziato da una problematica banale, ma comune. Quando David e Eleonora sono diventati genitori si sono accorti che la vita media di un vestitino era di un mese  o al massimo due. Insomma, capi ancora nuovi e utilizzabili. Ma, più che passarli ad amici o parenti, molte altre soluzioni non c’erano, se non quella della pattumiera. Uno spreco enorme, ambientale ed economico. Così, hanno pensato bene di rimetterli in circolazione ideando la piattaforma armadioverde. Dagli indumenti per bambino, si sono poi aggiunti quelli per donna e infine uomo.

Negli anni armadioverde si è evoluto e da quest’anno greenchic è una società benefit. In questo modo ha ulteriormente sottolineato l’impegno verso la  sostenibilità ambientale e sociale del suo business. Un esempio è anche la nascita del brand greenchic di moda Upcycled by greenchic: gonne, pantaloni t-shirt accessori creati da scarti di tessuto o da capi difettati realizzati dalle sartorie sociali e ideate da giovani designer. Tutto made in Italy.  

Dal 2015 con l’abbigliamento usato di greenchic sono stati risparmiati: 3,8 metri cubi di acqua pari a 1.500 piscine olimpiche; 5.100 tonnellate di CO2 (anidride carbonica) pari a 6.400 voli Roma-Delhi.

Cosa ti offre greenchic e cosa puoi inviare

Greenchic propone un sistema innovativo per liberare il tuo armadio e scambiare quello che non metti più con altri utenti. I tuoi vestiti tornano in circolazione nella comunità di greenchic. Tutto quello che invii viene valutato non in denaro, ma in stelline da spendere per l’acquisto di altri capi aggiungendo in genere una piccola somma, a partire da 5 euro.  

Puoi inviare capi, borse o scarpe in ottime condizioni, con cartellino (quindi nuovi, ma mai messi), o con un piccolo difetto.

Da dove iniziare

Una volta individuati gli articoli da inviare, per utilizzare il sito è necessario iscriversi. Greenchic ti dà il benvenuto con 50 stelline in omaggio, un po’ come fanno gli e-commerce con lo sconto del 10-15% sul primo acquisto.

Con le stelline ricevute, puoi da subito procedere ai tuoi “acquisti”, ma non avere fretta. Pensa sempre a quello di cui effettivamente hai bisogno per non ritrovarti con qualcosa che magari non metterai, o che dovrai restituire perché ci hai ripensato o perché non hai considerato bene taglia e misure (lo dico per esperienza).

Insomma, procedi con calma, considerando che hai una settimana di tempo per consumare le stelline in regalo.  

Scopri quanto valgono i tuoi capi

Intanto, potresti fare una breve verifica del valore dei tuoi capi che pensi di inviare. Usa il valutatore di greenchic.

Vedrai che ad ogni capo, in base alla marca e alla tipologia, saranno attribuite delle stelline. Se il capo è nuovo con cartellino vale il 50% in più.

uNA SIMULAZIONE DEL VALORE DEI CAPI DA INVIARE A GREENCHIC CON LE STELLINE GUADAGNATE

Inoltre, la simulazione ti dà anche un’idea di cosa potresti comprare con il risultato delle stelline simulate.

Cosa inviare e come

Puoi inviare vestiti, scarpe, borse, accessori ancora nuovi con cartellino, in ottime condizioni o anche con qualche piccolo segno del tempo, ma che possono essere ancora indossati. Questi ultimi capi valgono qualche stellina in meno. Non inviare capi usurati.

L’invio dei capi è gratuito. Non devi fare altro che inserirli in una scatola di cartone piccola o grande, dipende dalla quantità dei capi da inviare. Occorre però rispettare le misure indicate da greenchic per la scatola piccola o la scatola grande.

Per l’invio puoi scegliere di prenotare il ritiro a casa, indicando la data che preferisci. Se hai fretta anche entro entro 24 ore.

In alternativa, puoi recarti presso un DHL point più vicino. A te la scelta.

Dopodiché non devi far altro che stampare l’etichetta prepagata che troverai sul tuo profilo nella sezione “i miei ritiri”.

Accredito delle stelline

Una volta inviato il pacco, il team Quality Control di greenchic provvede alla valutazione dei capi. Riceverai una mail nella quale ti verrà indicato il numero di giorni necessari per la valutazione. Successivamente, con un’altra mail, saprai quante stelline hai guadagnato. Ad ogni modo, avrai tutto sotto controllo nella tua area personale.

Qual è il destino dei capi non accettati da Greenchic?

Non è detto che tutti i capi che invii siano accettati da greenchic. Nel mio caso due capi sono stati scartati per “piccole macchie o aloni”.

Insomma, qual è il destino dei capi non accettati? Greenchic li dona in beneficenza a Humana Onlus People to People per finanziare progetti sociali. Se, invece, li rivuoi indietro hai tempo 72 ore per farne richiesta. Dovrai, però, pagare 5 euro per la spedizione.

Come “comprare” su greenchic

L’acquisto dei capi è molto semplice. Per non ritrovarti con una valanga di proposte, non devi far altro che impostare i filtri. Puoi selezionare la categoria, esempio: gonna, pantalone, giacca, blazer, e così via. Scegliere la taglia, la marca, il colore, il materiale. Oltre a questo hai a disposizione anche il filtro “qualità”, ovvero: nuovi con cartellino, in ottimo stato o con piccoli difetti.

Puoi impostare la ricerca anche in base alla categoria dei brand: top, premium e basic, quest’ultima decisamente più fornita.

Quante stelline e quanti euro

Ora veniamo ai prezzi. Quanto può costarti un capo in stelline e in euro? Dipende dal brand e dalla qualità. Quindi, un vestito di Dolce & Gabbana ti costerà 28 euro più 54 stelline, mentre per uno di H&M spenderai 7 euro più 9 stelline.

E se non hai le stelline necessarie? Potrai acquistare ogni stellina mancante al costo di 1 euro ciascuna.

Come arrivano i capi

Una volta fatto l’ordine riceverai una conferma da parte di greenchic con il riepilogo. Quello che hai ordinato ti arriverà direttamente a casa nel giro di pochissimi giorni. Pulito, igienizzato e con il cartellino greenchic.

Il costo di spedizione è di 5 euro. Se l’ordine è di 79 euro non paghi la spedizione. Questa cifra puoi ottenerla anche con più ordini dilazionati nel tempo, basta scegliere l’opzione “spedisci in seguito”.

E se quello che hai comprato non ti va bene?

Puoi restituirlo e per farlo hai due possibilità:

  • Rimborso “Tutto in stelline”. In pratica ti verranno restituite tutte le stelline utilizzate e i soldi spesi saranno convertiti anch’essi in stelline. Il reso è gratuito.
  • Rimborso “Stelline + Euro”. Ti saranno riaccreditate le stelline utilizzate e il costo sostenuto verrà rimborsato su carta di credito. In questo caso dovrai pagare 5 euro per le spese di spedizione del reso.

I capi vanno restituiti così come li hai ricevuti senza staccare il cartellino greenchic.

Cosa mi soddisfa di greenchic

La piattaforma ha diversi punti di forza. Ne segnalo otto:

  1. Servizio veloce e semplice;
  2. Gli articoli arrivano come nuovi muniti del cartellino greenchic;
  3. Comodo il ritiro (gratuito) e la spedizione a domicilio;
  4. Molto utili le misure in centimetri dei capi. Le taglie, infatti, sono meno attendibili, visto che la vestibilità cambia da marca a marca;
  5. Non pensi davvero a nulla. Non devi scattare foto, caricarle, fare la descrizione dei capi, seguire tutto l’iter di vendita;
  6. Puoi liberarti dei vestiti che non indossi più senza attendere di venderli.In questo modo, li rimetti subito in circolazione e fai spazio nell’armadio;
  7. La scelta di poter pagare anche con carte prepagate.
  8. La possibilità di contattare il servizio clienti in chat, con una e-mail o al telefono.

Cosa mi soddisfa meno

Su alcune cose greenchic può migliorare. Eccone quattro:

  1. In qualche circostanza la qualità delle foto dei capi lascia a desiderare. Specialmente, quelli di colore scuro. Può accadere che la descrizione del colore non corrisponda a quello che si vede in foto;
  2. Capita che la misurazione dei capi in centimetri sia incompleta. In qualche caso nei pantaloni manca l’altezza cavallo;
  3. Un ampio ventaglio di capi brand basic (perlopiù fast fashion) e molta meno scelta di top e premium brand;
  4. Sarebbe utile avere maggiori dettagli sui capi descritti “con piccolo difetto”.

Consigli per usare al meglio greenchic

Non pensare che al primo colpo trovi quello che ti piace e che ti serve. L’atteggiamento giusto è quello di tornarci, proprio come faresti con un negozio fisico di abbigliamento di seconda mano. Quotidianamente, la collezione greenchic si arricchisce di novità: 1.000 al giorno.

In alternativa, puoi impostare i filtri in base a quello che stai cercando, dai un nome al filtro (es.: gonna, pantalone) e greenchic ti aggiornerà ogni volta che ci saranno novità.

Fai molta attenzione alle taglie e affidati ai centimetri che ti fornisce greenchic. Prendi bene le misure su di te o confronta le misure dei capi con quelli che già possiedi.

Dai sempre un’occhiata all’outlet: gli articoli sono scontati del 30%.

Utilizza la “Lista dei desideri”: il cuoricino che ti permette di selezionare i capi che ti interessano, così da valutarli con attenzione.

Non esitare a contattare il servizio clienti in caso di dubbi sul capo che ti interessa: colore, misure, più dettagli se nella descrizione c’è l’indicazione “con un piccolo difetto”. Puoi chiedere maggiori informazioni servendoti della chat, inviando una mail o chiamando al numero indicato nella sezione “contattaci”.

Photo by Andrea Piacquadio from Pexels

39 Shares:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

tredici − 3 =

Leggi anche