E’ arrivato il momento. Ti serve un abito da cerimonia, l’occasione è speciale, ma non vuoi acquistare qualcosa che metterai solo una volta o al massimo due. Non vuoi sprecare denaro e nemmeno continuare a sovraffollare il tuo guardaroba o contribuire all’usa e getta. Soluzione? Hai mai pensato all’abito a noleggio? Prima di considerare questa possibilità, però, fai un controllo. Guarda nel tuo armadio, forse quello che cerchi lo possiedi già. Puoi chiedere consiglio o aiuto a una sarta per fare delle modifiche e ridare vita a un abito che magari non metti da tempo, ma che può tornarti utile.  

Perché affittare un abito o accessorio  

Se, invece, ne hai proprio bisogno, il noleggio può essere una valida scelta. Non sentirti un marziano. L’affitto di abiti o accessori è un trend in aumento, tanto che a livello globale al 2023 si stima un valore di quasi 2 miliardi di dollari, il 10,5% in più rispetto al 2017. Questo nuovo modo di consumare è esploso negli Stati Uniti, e, ormai, è diffuso un po’ ovunque, anche in Cina. In Europa esistono diverse piattaforme di noleggio di abiti on line. L’Italia non fa eccezione, pur essendo orientata soprattutto al pubblico femminile.

Perché il noleggio degli abiti sta crescendo? Le motivazioni sono diverse. Intanto c’è la doppia possibilità di risparmiare denaro (spendendo il 10/15% sul prezzo di listino) e risorse. Infatti, se un capo o un accessorio viene condiviso non c’è bisogno, in teoria, di produrne o acquistarne di nuovi. Quindi, meno sprechi e meno rifiuti.

In più, ed è l’aspetto più importante, alla base del noleggio degli abiti c’è anche un cambio di mentalità: si passa dal possesso all’utilizzo. Non c’è necessità di possedere qualcosa, è sufficiente e appagante il solo utilizzo. Questa è la moda condivisa del consumo collaborativo.

Un po’ come già avviene in tanti altri settori, pensa alla condivisione dell’auto con il car sharing, o al noleggio dell’attrezzatura, accessori e abbigliamento per lo sci, oppure della casa per le vacanze. Insomma, tutto sommato, il consumo condiviso è già in molti settori.

Inoltre, con l’abito a noleggio c’è anche il fascino di indossare qualcosa che sarebbe impraticabile acquistare a prezzo pieno. Infatti, gli abiti e accessori proposti riguardano affermate griffe dell’alta moda.

Il noleggio degli abiti è una soluzione green?

A questo punto, inutile dire che il beneficio ambientale, oltre che economico, si ha  se l’abito noleggiato va a sostituire un acquisto, salvo comprarne uno di seconda mano. E’ ormai appurato che più volte un abito viene indossato e condiviso più si rallenta la produzione della moda veloce e si riduce l’impatto ambientale.

Degli abiti a noleggio, ci sono però due aspetti ancora poco convincenti: uno è l’impatto forse eccessivo, a lungo andare, del trasporto tra consegna e restituzione, l’altro è l’impiego del lavaggio a secco per igienizzare i capi.

Per quanto riguarda il trasporto, ci sono ormai molte piattaforme in Europa che spediscono ovunque. Per evitare un eccessivo traffico di abiti a noleggio sulle lunghe distanze, una scelta può essere quella di affittare in Italia.

Come funziona il noleggio on line di abiti e accessori

Il funzionamento è semplice. In generale il noleggio dura dai 4 agli 8 giorni. Il servizio di lavanderia è a carico dell’azienda.

Di quali abiti o accessori si tratta? Parliamo di griffe e importanti designer del lusso. Prima del noleggio è possibile provare gli abiti, direttamente nello store o anche a casa. Per questo servizio, in genere si applica un costo aggiuntivo. Una volta deciso, almeno due giorni prima dell’evento, il capo viene recapitato a domicilio. Il costo del noleggio varia dal 10/15% sul prezzo di listino.

A titolo di esempio, con 50 euro è possibile affittare per 4 giorni un abito di Alberta Ferretti oppure con 94 euro uno firmato Yves Saint Laurent. Inoltre, si possono noleggiare gonne, pantaloni o top da abbinare con qualcosa che già si possiede. In questo caso, il costo del noleggio risulta ancora più basso rispetto a un abito.

Ecco alcune soluzioni.

Tre piattaforme di affitto di abiti a Milano

Drexcode

La web-boutique è nata nel 2014 ed è operativa su tutto il territorio nazionale. Con Drexcode è possibile affittare abiti griffati, abiti da sposa e accessori di qualità (borse, cinture, gioielli, stole). Oltre al noleggio, Drexcode propone anche l’acquisto di capi e accessori preloved, cioè usati anziché nuovi. Si tratta, quindi, di capi precedentemente indossati, ma in ottime condizioni. Un modo per prolungare il ciclo di vita di ogni pezzo.  

E’ previsto il servizio “prova abito” a domicilio per un giorno. Il costo è di 20 euro più 7 euro di spedizione (il reso è gratuito). Il costo del noleggio è comprensivo dell’assicurazione in caso di piccoli danni.

Durata noleggio: 4 o 8 giorni. Prezzo: abito da 50 euro; abito da sposa da 190 euro. Sconto del 15% sul primo noleggio.

DressYouCan

La startup, operativa dal 2015, propone il servizio di noleggio su tutto il territorio nazionale. Si può noleggiare tutto ciò che serve per le occasioni più varie: dalla serata di gala all’abito da sposa al weekend in montagna, con il noleggio nella sezione “sport”.

Alle grandi firme DressYouCan propone anche abiti di sartoria e di designer emergenti. E’ prevista la prova a domicilio fino a tre capi (costo 25 euro). In caso di noleggio l’assicurazione contro piccoli danni ha un costo di 5 euro.

Infine, DressYouCan dà l’opportunità anche al privato di mettere a noleggio alcuni capi e di ricevere il 40% del prezzo del noleggio.

Durata noleggio: 4 giorni. Prezzo: abito da 64 euro; scarpe da 44 euro, abito da sposa da 190 euro.

Revest

Sulla piattaforma Revest è possibile scegliere tra oltre 100 brand del lusso tra abiti, scarpe e borse.
Questo grande armadio virtuale contiene sia capi di proprietà di Revest sia capi provenienti da guardaroba privati. Donne che decidono di mettere a noleggio i propri abiti e in cambio ricevono il 60% del valore del noleggio.

I capi possono essere provati gratuitamente a domicilio, pagando però il costo di spedizione.

Durata noleggio: 4 giorni . Prezzo: abito da 120 euro; scarpe da 70 euro; borse da 120 euro.

La prima collezione dedicata al noleggio

Pleasedontbuy

È la collezione di Twinset pensata esclusivamente per il noleggio. L’invito è già nel nome Pleasedontbuy (“Si prega di non acquistare”) . Si tratta di capi pensati per le occasioni speciali, dalla festa per i 18 anni fino al colloquio di lavoro. E’ possibile noleggiare direttamente dal sito che presso le boutique presenti in diverse città (Roma, Milano, Torino, Bergamo Orio Center, Firenze, Bari, Genova e Riccione).

La collezione Pleasedontbuy propone anche una selezione di vestiti eleganti per le bambine . Per ogni capo noleggiato è previsto un contributo forfettario per piccoli danni di 15 euro per i capi con un costo di noleggio pari o inferiore a 70 euro e di 30 euro per i capi con costo superiore a 70 euro.

Durata noleggio: 4 giorni o 8 giorni. Prezzi da 40 euro a 230 euro.

Insomma, le possibilità di noleggiare un abito, perlopiù quello dei sogni, non mancano. E on line se ne trovano tante altre.

Il costi del noleggio sono aggiornati alla data del 30/6/2021

9 Shares:
Leggi anche